Crea sito

Saprofagi

Considerato che ieri è morto sul lavoro un ragazzo quasi mio coetaneo, in più uno che, dal profilo ricostruito, pare fosse proprio un bravo ragazzo. Che oltre a svolgere il proprio dovere faceva volontariato, vicino agli ultimi, uno che avrebbe potuto essere mio amico (http://bit.ly/2SKhqlg) e la cui famiglia spero non venga lasciata sola.

E visto che vedo già partita la gara bipartisan a chi fa più la verginella cerchiobottista dove è tutto un “non importa la nazionalità degli assassini” e del “rispettoso silenzio” (sì, adesso, ieri però valeva tutto) è bene mettere un paio di puntini sulle “i”:

– La nazionalità dei criminali non avrebbe contato in uno scenario normale, civile. Ma qualcuno l’ha voluta trasformare in propaganda, quindi adesso conta, l’hanno fatta contare loro.
E il fatto che abbiano preso una cantonata come al solito, andando ad alimentare questa narrazione farlocca e razzista di emergenza sicurezza (che non c’è: http://bit.ly/30VyrMf) tanto cara ai sovranisti, gli deve essere ricordato finché campano.
A maggior ragione perché il loro banchetto di bufale l’hanno apparecchiato su un cadavere.

– Questo è ancora più stigmatizzabile per chi rappresenta una qualche FDO o una istituzione politica, peggio ancora se appartiene a entrambe. Se sei un agente e non sai rispettare i tempi delle indagini prima di esprime una posizione pubblica su qualcosa di così delicato (l’ABC proprio, santa pazienza), dovresti fare mea culpa pubblicamente (c’è riuscito persino Capezzone http://bit.ly/2K8oRPc) e/o licenziarti, per tutelare il decoro del Corpo, e incidentalmente noi cittadini che chiaramente non sei proprio qualificatissimo a difendere o a rappresentare (cosa che invece Cerciello era).

– A una decina di ore dalla confessione di Elder Lee, americano, turista, benestante, c’è ancora gente che condivide post di pagine fake di ultradestra in cui si parla di aggressori nordafricani.
Sotto gli articoli di alcune testate giornalistiche che indicano chiaramente (nel titolo!) la dizione “cittadini USA” c’è ancora gente che sbraita contro le ONG e gli inesistenti buonisti (e quasi tutti sono account reali).
Siamo ad un nuovo livello di analfabetismo funzionale, non è più questione di mancata comprensione di un testo complesso, è la volontà precisa di non voler far altro se non ripetere gli slogan passati dai capibastone.

L'immagine può contenere: una o più persone

– Roberto Saviano (uno che non ho mai stimato) per una volta dice una cosa lucida e totalmente condivisibile, invitando pubblicamente a non strumentalizzare un omicidio e viene accusato di stare strumentalizzando (no, seriamente).
Cosa che dovrebbe far sorridere visto il livello di degrado intellettuale che testimonia, ma che è invece una questione serissima, perché la recursività di certe contro-argomentazioni è diventata metodo (esempio: se protesti contro l’omofobia sei tu quello che “odia” gli omofobi).

– Nessuno che si chiede come sia stato possibile che due Carabinieri siano stati sopraffatti da due ventenni, nessuno che si chiede come mai, con uno dei due che aveva visto chiaramente i due bianchissimi aggressori, si sia diffusa in giro la bufala dei nordafricani (quasi nessuno, almeno http://bit.ly/2ZibWki), nessuno che si chiede in che condizioni lavorino gli agenti che fanno servizio in strada, nessuno che si chiede come per il recupero di un borsello da due stronzetti dell’upper class californiana ci sia scappato il morto.

Io non lo so, con questi dati alla mano, se è il caso di continuare a vestirsi di questa pilatesca maschera da terzisti a tutti i costi. Non lo so proprio.